Quanto super è la “super” Luna?

Luna piena al perigeo ("superluna") e all'apogeo: confronto della dimensione angolare

Luna piena al perigeo (“superluna”) e all’apogeo: confronto della dimensione angolare

Oggi, con la Luna piena del 29 agosto, si torna a parlare di “superluna“. Una definizione che potrebbe indurre in errore chi non è avvezzo all’osservazione del cielo, procurandogli l’aspettativa di vedere una Luna davvero imponente.

A dire il vero, nulla di così eclatante, per quanto via sia una ragione alla base di questa popolare definizione. Proviamo a chiarirla adoperando termini semplici.

Nel suo moto attorno alla Terra, la Luna descrive un percorso ellittico, pertanto la sua distanza dal nostro pianeta oscilla tra un valore massimo e un valore minimo. Il primo è chiamato apogeo, il secondo perigeo. La nostra “superluna” si rifà proprio al secondo, il perigeo appunto.

Quando la fase di Luna piena (vista dalla Terra, la Luna si vedrà praticamente opposta al Sole, con il disco completamente illuminato: è il caso di oggi, 29 agosto) o di Luna nuova (il nostro satellite si mostrerà grosso modo in direzione del Sole) si verificano con la Luna prossima al perigeo, si parla proprio di “superluna”. La concomitanza della minima distanza fa sì che, vista dalla Terra, la Luna appaia un po’ più grande del solito (la visibilità è limitata alla fase piena, essendo la Luna nuova invisibile… salvo il caso spettacolare di un’eclissi di Sole!).

A questa Luna (piena o nuova) al perigeo, si oppongono le analoghe fasi però all’apogeo, ovvero alla massima distanza, cui corrispondono dunque dimensioni angolari del disco lunare più modeste della media.

E’ naturale chiedersi se la differenza è apprezzabile. Di certo, un osservatore occasionale non vi baderebbe mai e anche un occhio esperto farebbe fatica a ravvisare queste variazioni.

La figura in alto mette in confronto la Luna piena al perigeo (“superluna”) con quella all’apogeo: come si vede, la differenza non è eclatante già tra i due casi estremi, figurarsi rispetto ad una Luna piena ordinaria.

Se si vuole tuttavia verificare quanto scritto, basterà fotografare la “superluna” piena e paragonarla con un’altra immagine della stessa fase, presa in altra data e con la medesima, identica strumentazione. Confrontando le immagini, si potrà notare la differenza.

Buone osservazioni della superluna!

Torna alla pagina “Altre Stelle”

 

Supporta il Virtual Telescope Project!

Se ognuno donasse qualcosa ora, la nostra campagna di fundrising si concluderebbe in pochi giorni. Dona ora e ricevi un'immagine della Luna in eclissi sul Colosseo e una di un asteroide potenzialmente pericoloso ripreso con il Virtual Telescope, realizzata in ESCLUSIVA per i nostri sostenitori!

dona ora (puoi modificare la somma successivamente)

 

Comments

comments

5 Risposte

  1. 3 settembre 2015

    […] Quanto super è la “super” Luna? 29 agosto 2015 […]

  2. 4 settembre 2015

    […] Quanto super è la “super” Luna? 29 agosto 2015 […]

  3. 14 settembre 2015

    […] Terra, e apparirà quindi un po’ più grande del solito (questo fenomeno è noto ai più come Superluna); poi perché, per la prima volta in oltre trent’anni, la Superluna coinciderà con una eclissi […]

  4. 14 settembre 2015

    […] Terra, e apparirà quindi un po’ più grande del solito (questo fenomeno è noto ai più come Superluna); poi perché, per la prima volta in oltre trent’anni, la Superluna coinciderà con una eclissi […]

  5. 14 settembre 2015

    […] Terra, e apparirà quindi un po’ più grande del solito (questo fenomeno è noto ai più come Superluna); poi perché, per la prima volta in oltre trent’anni, la Superluna coinciderà con una eclissi […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow

Ricevi ogni nuovo articolo di questo sito direttamente via email.

Unisciti agli altri lettori: