Cometa C/2017 E4 Lovejoy: un’immagine estrema (30 Aprile 2017)

A dispetto delle condizioni osservative estreme, abbiamo catturato la cometa C/2017 E4 Lovejoy, ottenendo un prezioso documento circa il suo destino.

Cometa C/2017 E4 Lovejoy : 30 Aprile 2017

Cometa C/2017 E4 Lovejoy : 30 Aprile 2017

L’immagine di sopra deriva dalla combinazione “sigma clipping” di sei immagini da 60 secondi ciascuna, non filtrate, ottenute in remoto mediante l’unità robotica Tenagra III (“Pearl”) da 16″-f/3.75, parte del Tenagra Observatories in Arizona.  La camera CCD è basata sul sensore KAF-16801 CCD, qui usata in binning 2×2. La scala risultante è di 2.4″/pixel.

Dobbiamo ammettere che non eravamo sicuri di riuscire nell’impresa di catturare la cometa, che al momento in cui abbiamo comandato il puntamento del telescopio si trovava a meno di due gradi d’altezza sull’orizzonte nord-est, con il crepuscolo mattutino ormai iniziato. Naturalmente, la qualità dell’immagine ne risente, ma la cometa è visibile, dopo la disintegrazione del suo nucleo e una settimana dopo il passaggio al perielio.

Finora abbiamo ottenuto una straordinaria copertura del passaggio della cometa C/2017 E4 Lovejoy, come evidente dalla  nostra collezione di immagini (ininglese).

L’osservatorio che ospita il telescopio è collocato a 1300 metri sul livello del mare, nel deserto di Sonora, sotto uno dei cieli più belli del mondo. Questa immagine è stata ottenuta nell’ambito di una collaborazione tra il Virtual Telescope Project e il Tenagra Observatories, Ltd., che verrà annunciata a breve.

Torna alla pagina “Sistema Solare”

Supporta il Virtual Telescope Project!

Se ognuno donasse qualcosa ora, la nostra campagna di fundrising si concluderebbe in pochi giorni. Dona ora e ricevi un'immagine della Luna in eclissi sul Colosseo e una di un asteroide potenzialmente pericoloso ripreso con il Virtual Telescope, realizzata in ESCLUSIVA per i nostri sostenitori!

dona ora (puoi modificare la somma successivamente)

 

Comments

comments

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow

Ricevi ogni nuovo articolo di questo sito direttamente via email.

Unisciti agli altri lettori: