Supernova SN 2017dfc e Messier 63: un’immagine (21 Apr. 2017)

Il 20 Aprile 2017, la missione GAIA ha segnalato la scoperta di un debole transiente, non lontano dal nucleo della meravigliosa galassia a spirale Messier 63. Successivamente, è stato confermato trattarsi di una supernova, denominata SN 2017dfc, posta però molto più distante rispetto all’apparente galassia ospitante.

 

Supernova SN 2017dfc e Messier 63: 21 Apr. 2017

Supernova SN 2017dfc e Messier 63: 21 Apr. 2017

L’avviso si riferiva alle osservazioni del 9 Aprile 2017, così era interessante constatare se in quel momento la possibile supernova stesse aumentando la propria luminosità o meno. Certo, se si fosse trattato veramente di una supernova. Dalle prime analisi, risultava che il transiente era ancora visibile, con una luminosità non molto diversa: abbastanza sconcertante. Il 21 Aprile 2017, è stato reso noto uno spettro, svelando la vera natura dell’oggetto: una supernova di tipo Ia, vicina al suo massimo splendore. La cosa interessante era che lo spettro indicava un redshift pari a z=0.06, mentre il redshift di Messier 63 è z=0.0016. Questo indica che la supernova è molto più distante (quasi 900 milioni di anni luce) rispetto alla Galassia (posta a circa 30 milioni di anni luce). Un evento molto intrigante.

L’immagine di sopra è la media di cinque immagini di 60 secondi ciascuna, acquisite in remoto tramite l’unità robotica “Elena” (PlaneWave 17″+Paramount ME+SBIG STL-6303E) disponibile presso il Virtual Telescope. Abbiamo misurato una magnitudine di 17,7 (senza filtri).

Torna alla pagina “Supernovae”

Traduzione di Andrea Curzi

Supporta il Virtual Telescope Project!

Se ognuno donasse qualcosa ora, la nostra campagna di fundrising si concluderebbe in pochi giorni. Dona ora e ricevi un'immagine di un asteroide potenzialmente pericoloso ripreso con il Virtual Telescope, realizzata in ESCLUSIVA per i nostri sostenitori!

dona ora (puoi modificare la somma successivamente)

 

Comments

comments

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow

Ricevi ogni nuovo articolo di questo sito direttamente via email.

Unisciti agli altri lettori: