Il Virtual Telescope Project annuncia un’importante partnership con Seeweb, che ora ne ospita le tecnologie web: 16 maggio 2017

Dopo più di dieci anni di attività, che hanno reso il Virtual Telescope Project una delle più efficienti strutture al mondo nell’ambito della ricerca e della comunicazione astronomica, siamo orgogliosi di annunciare una nuova importante partnership, che ci assicura uno straordinario balzo nel futuro.

Le due unità robotiche C14 (a sinistra ) e PW17 (destra) ora parte del Virtual Telescope Project

Le due unità robotiche C14 (a sinistra ) e PW17 (destra) ora parte del Virtual Telescope Project

A partire dall’8 maggio 2017, tutte le nostre tecnologie e servizi web sono ospitati e gestiti da Seeweb, Azienda leader nel cloud computing, la prima in assoluto ad introdurre sul mercato italiano soluzioni cloud. Lo scorso marzo, Seeweb ha ricevuto il Premio Innovazione SMAU 2017. Grazie alle loro tecnologie, le performance del sito del Virtual Telescope Project sono enormemente migliorate, con un immenso beneficio per i visitatori e i partecipanti ai nostri molti eventi online di osservazione astronomica in diretta. L’esperienza risultante è ora davvero straordinaria.

Seeweb ha messo a disposizione alcune delle sue soluzioni allo stato dell’arte, tra cui l’appliance Web Accelerator, che garantisce elevate prestazioni dell’intero sito, di concerto con un accurato tuning dell’intera infrastruttura. Essa è ospitata su un performante cloud server, che ne assicura un’estesa scalabilità, con parametri garantiti (Memoria, Cpu, Rete), la migliore soluzione possibile per soddisfare le necessità del Virtual Telescope Project, soprattutto quando sono attese decine di migliaia di visitatori in poche ore.

Il Team di Seeweb è orgoglioso di mettere le proprie tecnologie, supporto ed esperienza a disposizione del Virtual Telescope Project, la cui reputazione internazionale è davvero straordinaria. Supportare una facility che porta sulla Terra nientemeno che l’Universo, in diretta, ovunque vi sia un computer connesso alla rete, è per loro un’esperienza emozionante.

Il dr. Gianluca Masi (astrofisico e fondatore del Virtual Telescope Project) ha sviluppato questa collaborazione con il dr. Antonio Baldassarra (CEO di Seeweb) e collaboratori: essi hanno lavorato con entusiasmo per trovare e ottimizzare la migliore soluzione possibile. Curiosamente, sia il  Virtual Telescope Project che Seeweb si trovano nell’area della città di Frosinone, nell’Italia Centrale, a meno di 10 km di distanza.

Da quando ha avviato le proprie attività nel 2006, il Virtual Telescope Project ha mostrato il Cosmo in tempo reale a oltre sei milioni di persone da più di 200 Paesi, un record senza precedenti. Il tutto gratuitamente. La disponibilità di un tale grande partner e di un nuovo servizio web altamente performante ci permetterà di offrire di più ai nostri utenti, nel nome della conoscenza scientifica e dell’arricchimento culturale.

Per celebrare questa importante partnership, il prossimo 19 maggio, alle ore 11:30, il Virtual Telescope mostrerà in diretta web la spettacolare supernova SN 2017eaw appena scoperta nella splendida galassia NGC 6946, grazie ai telescopi in Arizona, messi a disposizione in esclusiva del Virtual Telescope dal Tenagra Observatories. La diretta sarà accessibile direttamente dal sito https://www.virtualtelescope.eu.

Il Virtual Telescope è supportato da UnitronItalia Instruments, Software BisqueSeeweb e altri sponsor

-> Scarica il comunicato stampa in pdf

Contatti

Virtual Telescope Project
Web: https://www.virtualtelescope.net
Email: info@virtualtelescope.net
Tel.: +39 334 9236690

Seeweb s.r.l.
Web: https://www.seeweb.it
Email: info@seeweb.it
Tel.: +39 0775 880041

Torna alla pagina “Sala Stampa”

Supporta il Virtual Telescope Project!

Se ognuno donasse qualcosa ora, la nostra campagna di fundrising si concluderebbe in pochi giorni. Dona ora e ricevi un'immagine di un asteroide potenzialmente pericoloso ripreso con il Virtual Telescope, realizzata in ESCLUSIVA per i nostri sostenitori!

dona ora (puoi modificare la somma successivamente)

 

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow

Ricevi ogni nuovo articolo di questo sito direttamente via email.

Unisciti agli altri lettori: