La nova ASASSN-17hx ha raggiunto il massimo? Immagini del 27 e 28 luglio 2017

Forse ci siamo: la nova galattica ASASSN-17hx potrebbe essere adesso al massimo di luminosità, dopo una lunga e lenta marcia in salita, più veloce in queste ultime notti. Ecco le nostre ultime immagini CCD di queste notti che la mostrano di magnitudine 8.0.

Nova galattica ASASSN-17hx in Scudo: 27 (sopra) e 28 (sotto) Luglio 2017

Nova galattica ASASSN-17hx in Scudo: 27 (sopra) e 28 (sotto) Luglio 2017

Entrambe le immagini nel riquadro di cui sopra sono la media di cinque esposizioni di 5 secondi, non filtrate, prese in remoto con l’unità robotica “Elena” (PlaneWave 17″+Paramount ME+SBIG STL-6303E) disponibile presso Virtual Telescope. La scala di immagine è di 1.2 “/pixel. L’oggetto è contrassegnato da due righe rosse, al centro. Ulteriori dettagli sono sull’immagine.

In entrambe le notti ASASSN-17hx è stata trovata di magnitudine 8,0 (non filtrata, R-mags per le stelle di riferimento da UCAC-4), mentre il 26 luglio è stata trovata 0.1 magnitudine più debole. Forse questa è un’indicazione che la sorgente ha finalmente raggiunto il suo picco di luminosità. Come commentato dal dottor Dr. Taichi Kato (Università di Kyoto), questo oggetto sembra assomigliare alla nova molto lenta V723 Cas (Nova Cas 1995). Visivamente, questa nova dovrebbe essere a mag. 8.5 (controllare sul sito AAVSO per gli aggiornamenti). Questo è il momento per vederla con strumenti estremamente modesti: abbiamo pubblico alcune utili carte celesti per trovare questa nova, che potrebbe iniziare a svanire presto. O no? Ovviamente le daremo un’occhiata stasera!

Torna alla pagina “Novae”

Traduzione di Giorgio Gioia

Supporta il Virtual Telescope Project!

Se ognuno donasse qualcosa ora, la nostra campagna di fundrising si concluderebbe in pochi giorni. Dona ora e ricevi un'immagine della Luna in eclissi sul Colosseo e una di un asteroide potenzialmente pericoloso ripreso con il Virtual Telescope, realizzata in ESCLUSIVA per i nostri sostenitori!

dona ora (puoi modificare la somma successivamente)

 

Comments

comments

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow

Ricevi ogni nuovo articolo di questo sito direttamente via email.

Unisciti agli altri lettori: