Arriva l’asteroide Potenzialmente Pericoloso 2017 VR12, ecco come osservarlo in diretta – 7 marzo 2018

Il prossimo 7 marzo, alle ore 08:53 italiane, l’asteroide potenzialmente pericoloso 2017 VR12 si presenterà al suo “rendez-vous”  con la Terra . In quel momento, infatti, esso raggiungerà la minima distanza dal nostro pianeta, pari a circa 1.4 milioni di km, quasi 3.8 volte la distanza media della Luna.Un valore di tutta sicurezza, è bene precisarlo, che non rappresenta alcuna minaccia per la Terra, quanto piuttosto un’interessante occasione per osservare, anche con piccoli telescopi, un corpo celeste di questo tipo.

Passaggio asteroide 2017 VR12: poster dell'evento

Passaggio asteroide 2017 VR12: poster dell’evento

L’asteroide 2017 VR12 è stato avvistato per la prima volta il 10 novembre 2017 dagli astronomi del programma Pan-STARRS, attivo presso le isole Hawaii ed ha un diametro stimato tra i 210 e i 470 metri. Esso appartiene alla categoria dei cosiddetti asteroidi “Near-Earth” (letteralmente “vicini alla Terra”), capaci di avvicinarsi sensibilmente al nostro pianeta.

Inoltre, 2017 VR12 fa parte alla famiglia degli asteroidi potenzialmente pericolosi, poiché le sue dimensioni sono superiori ai 100/150 metri e la sua orbita si avvicina a quella della Terra entro i 7.5 milioni di chilometri.

“L’asteroide potenzialmente pericoloso 2017 VR17 non rappresenta una minaccia Terra”, afferma Gianluca Masi, astrofisico, responsabile scientifico del Virtual Telescope Project. “Al momento della minima distanza, il prossimo 7 marzo, sarà a 1.4 milioni di km da noi, quasi 4 volte più lontano della Luna, un valore di tutta sicurezza”.

Orbita dell'asteroide potenzialmente pericoloso 2017 VR12 rispetto a quella della Terra

Orbita dell’asteroide potenzialmente pericoloso 2017 VR12 rispetto a quella della Terra

L’asteroide 2017 VR12 porta con sé un’opportunità che gli appassionati del cielo non vorranno lasciarsi sfuggire. “Per via delle dimensioni di 2017 VR12”, prosegue Masi, “a ridosso del rendez-vous con la Terra, l’asteroide potrà essere osservato con piccoli telescopi, purché abbiano in diametro di almeno 150, 200 mm e si sappia dove cercarlo tra le stelle”.

L'asteroide potenzialmente pericoloso 2017 VR12: 18 febbraio 2018

L’asteroide potenzialmente pericoloso 2017 VR12: 18 febbraio 2018

Tra le sere del 5 e del 7 marzo, l’asteroide sarà agilmente osservabile dall’Italia nelle migliori condizioni offerte da questo passaggio, anche se la Luna potrà interferire parzialmente con le osservazioni. “2017 VR12 attraverserà le costellazioni dei Cani da Caccia, della Chioma di Berenice e della Vergine, puntando a sud verso le stelle meridionali dell’Idra”, commenta l’astrofisico Gianluca Masi.

Il Virtual Telescope, in collaborazione con il Tenagra Observatories in Arizona, proporrà ben due dirette streaming, per seguire in tempo reale il passaggio dell’asteroide potenzialmente pericoloso 2002 AJ129 sia dall’Italia che dall’Arizona.

Ecco i dettagli dei due appuntamenti:

  • 7 marzo 2018, ore 01:00: diretta streaming dall’Italia
  • 7 marzo 2018, ore 11:00: diretta streaming dall’Arizona

Vale la pena notare come la seconda diretta si svolgerà comodamente in orario diurno italiano, grazie alle 8 ore di fuso orario tra io nostro Paese e l’Arizona.

La partecipazione è gratuita. E’ sufficiente accedere, il 7 marzo alle ore 01.00 e alle ore 13:00, al sito https://www.virtualtelescope.eu.

Supporta il Virtual Telescope Project!

Se ognuno donasse qualcosa ora, la nostra campagna di fundrising si concluderebbe in pochi giorni. Dona ora e ricevi un'immagine della Luna in eclissi sul Colosseo e una di un asteroide potenzialmente pericoloso ripreso con il Virtual Telescope, realizzata in ESCLUSIVA per i nostri sostenitori!

dona ora (puoi modificare la somma successivamente)

 

Comments

comments

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow

Ricevi ogni nuovo articolo di questo sito direttamente via email.

Unisciti agli altri lettori: