Tiangong 1: un’immagine eccezionale della stazione spaziale cinese in via di distruzione (28 marzo 2018)

Siamo riusciti a fare qualcosa di francamente eccezionale: riprendere la Stazione Spaziale cinese Tiangong 1 durante uno dei suoi ultimi passaggi tra le stelle, prima che bruci nell’atmosfera. L’abbiamo mostrata a migliaia di persone in tutto il mondo, in diretta: qui condividiamo un’immagine che consideriamo storica.

La Stazione Spaziale Tiangong 1: 28 Marzo 2018

La Stazione Spaziale Tiangong 1: 28 Marzo 2018

L’immagine di sopra deriva da una singola esposizione di 2 secondi, ripresa in remoto con l’unità robotica 16 “-f / 3.75 Tenagra III (“Pearl”) in Arizona, disponibile nell’ambito della partnership tra il Virtual Telescope Project (Italia) e il Tenagra Observatories (Arizona, USA). La scala dell’immagine è 3,6 “/pixel.

Al momento dell’acquisizione, la stazione spaziale Tiangong 1 era a circa 220 km di quota, circa la metà di quella della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) e si muoveva alla velocità di circa 28.000 km/ora.

Onestamente, questo è stato un compito estremamente complesso. Puntare e inseguire al telescopio un oggetto dotato di un moto proprio davvero elevato (al momento dell’acquisizione, il suo moto apparente era di 18 gradi/minuto) è qualcosa che pochissimi osservatori possono fare ed i telescopi disponibili sia presso il Virtual Telescope Project che presso il Tenagra Observatories sono in grado di farlo. La Paramount ME e la MEII installate offrono questa capacità ed entrambe le strutture si distinguono per l’uso che fanno di una funzione così avanzata.

Questa osservazione è stata anche difficile da pianificare. Dopo aver deciso di riprenderla, la Tiangong 1 non era più transitata  sopra l’Arizona o l’Italia prima di questa occasione, quindi non si è potuto effettuare nessun test preliminare e abbiamo dovuto effettuare molti calcoli teorici per indovinare quando e dove puntare il telescopio, sicuri di poterla seguire per un po’ (la velocità apparente massima della stazione è stata molto più alta di quella prima indicata in 18 gradi/minuto, quindi abbiamo potuto seguirla fino a quando essa è rimasta entro i valori compatibili con i motori della montatura robotica usata). Questo successo premia, dunque, sia la straordinaria tecnologia che il lavoro svolto presso le strutture coinvolte.

Ecco il podcast relativo alla nostra diretta web:

Si prevede che la Tiangong 1 rientrerà nella nostra atmosfera intorno al 1 aprile, vedremo se ci prima di ciò ci verrà offerto un altro passaggio da condividere con la comunità.

All’inizio di questo mese, abbiamo potuto catturare la stazione Tiangong 1 da Roma, mentre sfilava tra le stelle invernali.

Siamo così orgogliosi, ma siamo particolarmente felici di poter offrire alla comunità questi eventi storici e mai visti prima.

Torna alla pagina “altre Stelle”

Traduzione di Giorgio Gioia

Supporta il Virtual Telescope Project!

Se ognuno donasse qualcosa ora, la nostra campagna di fundrising si concluderebbe in pochi giorni. Dona ora e ricevi un'immagine della Luna in eclissi sul Colosseo e una di un asteroide potenzialmente pericoloso ripreso con il Virtual Telescope, realizzata in ESCLUSIVA per i nostri sostenitori!

dona ora (puoi modificare la somma successivamente)

 

Comments

comments

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow

Ricevi ogni nuovo articolo di questo sito direttamente via email.

Unisciti agli altri lettori: